Sull’acquisto della prima casa è dovuta sul prezzo di vendita:

  1. se si acquista da una impresa (ad es.: il costruttore)
  • l’IVA al 4%
  • l’imposta ipotecaria in misura fissa di 168,00 euro (€ 200,00 dal 1° gennaio 2014)
  • l’imposta catastale in misura fissa di 168,00 euro (€ 200,00 dal 1° gennaio 2014)

se si acquista da un proprietario privato

  • l’imposta di registro al 3% (2% dal 1° gennaio 2014) (l’acquirente – a determinate condizioni e opportunamente consultato il notaio – può chiedere che la base imponibile sia determinata in base alla rendita catastale rivalutata, a prescindere dal prezzo pattuito, cd. meccanismo del prezzo/valore)
  • l’imposta ipotecaria in misura fissa di 168,00 euro (€ 50,00 dal 1° gennaio 2014)
  • l’imposta catastale in misura fissa di 168,00 euro (€ 50,00 dal 1° gennaio 2014)

 

Le pertinenze della prima casa (box, cantine, tettorie, posto auto)

- fruiscono delle stesse agevolazioni

- con il limite di una pertinenza per ogni categoria (ad es.: box).

 

Se per l’acquisto della prima casa ci si è avvalsi di una agenzia immobiliare

- è prevista la detrazione ai fini Irpef (nella misura del 19%) dei compensi corrisposti alla agenzia

- per un importo non superiore a 1.000 euro

- in pratica si  riconosce una detrazione massima del 19% di 1.000 euro = 190,00 euro

- che andrà ripartita in ragione della percentuale di proprietà in caso di acquisto tra più proprietari (ad es. i coniugi).

Dillo ad un'amico